menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caccia al cinghiale nel parco dell'Alta Murgia: denunciati bracconieri

I due uomini sorpresi a Ruvo dal personale del Corpo Forestale dello Stato: sequestrato un fucile e diverse munizioni

Sono stati bloccati all'interno del Parco dell'Alta Murgia, in località "Lama pagliara", a Ruvo, nel corso di uno dei controlli messi in atto dal Corpo forestale dello Stato per contrastare la caccia illegale all'interno dell'area protetta.

I due uomini, due andriesi di 59 e 60 anni, erano a bordo di un'auto, all'interno della quale è stato rinvenuto un fucile da caccia pronto all'uso, come pure numerose cartucce a palla singola, tipico munizionamento usato nella caccia al cinghiale. 

I Forestali hanno così contestato ai soggetti, in concorso tra loro, l'introduzione di armi all'interno dell'area protetta e a seguito dell'attività investigativa svolta,  anche il reato di esercizio venatorio non consentito all'interno di area naturale protetta. 

Secondo quanto ricostruito dalla Forestale, i due soggetti erano impegnati in un'attività di caccia illegale di cinghiali, cercando di colpire le prede direttamente dall'interno dell'auto, per poi caricarle e nasconderle rapidamente sul mezzo. Per questo, le armi e le relative munizioni, sono state poste sotto sequestro mentre i  due soggetti sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria di Trani. Ora rischiano l'arresto fino a sei mesi e l'ammenda di 13 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento