menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Richiami acustici vietati e gabbie in ferro per catturare cinghiali: bracconieri beccati nel parco dell'Alta Murgia

In due sono stati scoperti, in due diverse situazioni, dai carabinieri forestali rispettivamente ad Altamura e Ruvo

Bracconieri in azione nel territorio del parco dell'Alta Murgia, scoperti dai carabinieri forestali. Ad Altamura, in località 'Parisi', i militari, in seguito di monitoraggi e perlustrazioni hanno individuato un richiamo acustico elettromagnetico in funzione, che riproduceva e diffondeva il verso dei tordi occultato su di un albero. Il dispositivo, utilizzato da un cacciatore, rientra tra i mezzi utilizzati per attirare l’avifauna non consentiti dalla legge configurando uno specifico illecito di natura penale. I militari, dopo aver identificato il soggetto, hanno posto sotto sequestro l’arma, le munizioni in suo possesso, nonché il richiamo elettromagnetico illecitamente utilizzato. L’uomo di 78 anni residente ad Altamura, è stato deferito alla Magistratura di Bari e dovrà ora rispondere del reato di esercizio venatorio con mezzi non consentiti. 

Altra attività è stata condotta dai militari della Stazione Parco di Ruvo di Puglia i quali sono intervenuti in località “Pedale” in agro di Corato dove è stata scoperta, ben mimetizzata tra la vegetazione boschiva, una gabbia in ferro, non autorizzata, avente dimensioni di 2 metri per 2 utilizzata per intrappolare fauna di grosse dimensioni, fra tutti i cinghiali chiaramente installata da ignoti per prelievi venatori illegali. Accertata la natura abusiva dell’opera, la gabbia è stata tempestivmente rimossa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento