menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A caccia nel Parco dell'Alta Murgia: denunciato bracconiere, sequestrato un fucile

Nei guai un 41enne residente a Palese, l'episodio a gennaio scorso: fu sorpreso a caccia nel terrorio di Corato, e nel tentativo di sfuggire agli uomini del Corpo Forestale abbandonò l'arma, successivamente recuperata e sequestrata

A gennaio scorso, fu sorpreso dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato mentre era a caccia nel Parco dell'Alta Murgia, in territorio di Corato. Nel tentativo di sottrarsi al controllo, il bracconiere - poi bloccato - cercò di dileguarsi a piedi, sbarazzandosi del fucile che aveva con sè. 

Nell'immediato l'arma non fu ritrovata, ma da un controllo eseguito a casa del fermato i forestali accertarono che, tra i fucili detenuti ne mancava uno, un Benelli uso caccia. Successivamente e a distanza di tempo, grazie anche ad una collaborazione con il Commissariato di  P.S. di Bari San Paolo, gli uomini del Corpo forestale dello Stato sono stati in grado di concludere l'operazione, mettendo sotto sequestro l'arma poi rinvenuta, insieme ad altre attrezzature utili ai fini venatori quali radiotrasmittenti, cartucce e arnesi vari. Il soggetto, un uomo domiciliato a Bari Palese, di 41 anni, ora dovrà rispondere del reato di esercizio venatorio non consentito in area protetta nonchè a quello di abbandono di arma.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento