menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In partenza con un cadavere nell'automezzo, scoperti durante un controllo al porto: volevano seppellirlo nel Paese natale

I due, cittadini britannici di origine araba, bloccati dagli agenti della Polmare: incaricati di un'agenzia di pompe funebri inglese, stavano cercando di imbarcare la salma. Sanzionati per la violazione delle norme di polizia mortuaria, il corpo trasportato in obitorio

In partenza del porto di Bari, stavano andando in Kosovo con una salma da seppellire. Il corpo senza vita, chiuso in uno scatolone e avvolto in un lenzuolo, è stato scoperto a bordo di un automezzo dai poliziotti della Polmare, che hanno fermato per un controllo due cittadini britannici, di origine araba.

Dai successivi accertamenti effettuati dagli agenti, è emerso che il defunto era deceduto per morte naturale e che i due, incaricati di un'agenzia di pompe funebri inglese, lo stavano riportando nel Paese natale per seppellirlo. 

Accertata la violazione delle norme di polizia mortuaria, i due sono stati sottoposti a sanzione amministrativa. Informati Autorità giudiziaria e medico legale, è stato disposto il trasporto della salma in obitorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento