Cagnolina chiusa in un sacco e gettata in una vasca: individuato il presunto responsabile

L'episodio a luglio scorso a Gravina. La conferma del Comune alla Lega nazionale del cane: c'è un presunto responsabile. La cucciola fu poi salvata in tempo da un gruppo di ragazzi

Sarebbe stato individuato, al termine di indagini condotte dalla Polizia locale, l'uomo che il mese scorso a Gravina ha chiuso in un sacco e gettato in una vasca d'acqua una cagnolina, poi salvata da un gruppo di ragazzi.

La notizia viene direttamente dal Comune murgiano, che con una nota a firma dell’assessore alla tutela degli animali, Grazia Laico, ha comunicato le ultime novità sulla vicenda ai referenti cittadini della Lega nazionale del cane, che si erano occupati di Ninfea (questo il nome dato alla cucciola di cane).

Nella sua nota (di cui dà notizia la stessa amministrazione comunale), pur premettendo l’impossibilità di fornire dettagli, essendo la questione oggetto di indagini da parte della Procura di Bari e dunque coperta da segreto istruttorio, l’assessore rende noto di aver ricevuto notizia ufficiale dell’avvenuta individuazione del presunto autore del fatto, oggetto di un’informativa di reato scaturita dagli accertamenti svolti dalla Polizia Municipale per ricostruire e definire la dinamica dei fatti e le ipotetiche responsabilità, l'una e le altre rimesse ora alla valutazione della magistratura inquirente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Quel che ci preme evidenziare – sottolinea l’assessore Laico – è che nulla è stato tralasciato per fare chiarezza sull’episodio: il Comune si è attivato da subito e mi corre l’obbligo di ringraziare la Polizia Municipale per l’impegno profuso». Aggiunge l’assessore: «Sarà ora la magistratura a valutare le iniziative da assumere. Per quanto ci riguarda, continueremo senza sosta nel nostro lavoro in collaborazione con le associazioni di volontariato operanti nel settore, in primis la Lega del Cane, privilegiando la prevenzione e la sensibilizzazione perché siano garantiti e sempre assicurati i diritti degli animali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Moto si schianta in Tangenziale, donna incinta tra i feriti: trasportata in codice rosso, è grave

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Cos'è il ''Bonus tiroide'' e come richiederlo

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento