menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calciatore 19enne trovato morto a casa di un amico: "Deceduto per cause naturali"

Adamu Aminu, rifugiato tesserato con l'Atletico Martina, sarebbe morto nel sonno mentre si trovava in un appartamento di Triggiano. Da circa un anno viveva ad Alberobello

Sarebbe deceduto nel sonno per cause naturali, Adamu Aminu, 19enne calciatore nigeriano dell'Atletico Martina 2012, trovato morto ieri in un''abitazione di Triggiano, alle porte di Bari, mentre si trovava a casa di un amico. In base ai primi accertamenti il giovane sarebbe morto per un arresto cardiaco. Aminu, rifugiato politico, era ospite da circa un anno nel centro di accoglienza di Alberobello e da gennaio giocava nella compagine tarantina, impegnata nel campionato regionale di Seconda Categoria. La notizia è stata data dalla stessa società attraverso una nota: "La dirigenza, lo staff tecnico e tutti i compagni di squadra si stringono attorno al dolore dei familiari e di tutti coloro che lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene", si legge. Ieri, poco prima della partita contro il Veglie, i compagni di squadra e gli avversari hanno ricordato il loro amico raccogliendosi attorno alla sua maglia giallobù numero undici, appoggiata sul campo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento