Cronaca

Calcioscommesse Bari: interrogato l'infermiere indagato

Secondo i pm che indagano sulle presunte combine per pilotare i risultati di alcune partite disputate dal Bari nello scorso campionato, l'uomo avrebbe fatto da tramite tra i calciatori e gli scommettitori

E' durato quasi due ore l'interrogatorio di Angelo Iacovelli, l'infermiere barese indagato nell'inchiesta della Procura di Bari sul calcioscommesse. L'uomo è stato ascoltato questa mattina, su sua richiesta, dal pm Ciro Angelillis nella caserma dei carabinieri di via Tanzi. Presente all'interrogatorio anche il suo difensore, Andrea Melpignano.

IL RUOLO DI IACOVELLI - Secondo gli inquirenti che indagano sulle presunte combine per truccare i risultati di alcune partite disputate dal Bari nello scorso campionato, l'infermiere avrebbe avuto un ruolo fondamentale. Sarebbe stato lui, infatti, a fare da tramite tra calciatori e scommettitori, portando negli spogliatoi le richieste dei bookmakers. Tuttavia, anche il verbale dell'interrogatorio di Iacovelli, come quelli di Masiello e Rossi nelle scorse settimane, è stato secretato, e nulla trapela per ora su ciò che l'infermiere avrebbe raccontato al pm.

LE AMMISSIONI DI MASIELLO E ROSSI - Intanto l'esistenza di tentativi per truccare i risultati delle partite è stata già confermata nei giorni scorsi da due ex calciatori biancorossi, Andrea Masiello e Marco Rossi, rimasti coinvolti nell'inchiesta dopo le testimonianze del calciatore del Piacenza Carlo Gervasoni, che ha fatto i loro nomi in quanto complici della combine per Palermo-Bari.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse Bari: interrogato l'infermiere indagato

BariToday è in caricamento