Cronaca

Calcioscommesse, interrogato l'ex biancorosso Parisi

Tre ore e mezzo di interrogatorio ieri per l'ex difensore del Bari, ora al Torino, indagato nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse. Secretato il verbale

E' rimasto per oltre tre e mezzo all'interno della caserma dei carabinieri 'Bari Centro' l'ex difensore del Bari Alessandro Parisi, ora al Torino. Parisi, indagato nell'ambito dell'inchiesta barese sul calcioscommesse, è stato ascoltato ieri dagli inquirenti. Il calciatore, assistito dai legali Piero Nacci Manara e Paolo Rodella, ha risposto a tutte le domande degli inquirenti. Il verbale, su disposizione del pm Ciro Angelillis, è stato secretato.

Intanto emergono nuovi particolari sulla combine per il derby Bari-Lecce. Secondo quanto riferito dallo stesso Masiello agli inquirenti, infatti, oltre all'imprenditore salentino Quarta ci sarebbe stato anche un secondo 'mister X', che avrebbe materialmente consegnato a Masiello e Carella i 50mila euro (l'anticipo dei 230mila promessi in cambio della vittoria del Lecce), nel corso dell'incontro avvenuto ad agosto nell'hotel Tiziano di Lecce. Si tratterebbe di un giovane avvocato leccese, di cui al momento non è stato reso noto il nome.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse, interrogato l'ex biancorosso Parisi

BariToday è in caricamento