Cronaca

Calcioscommesse, Laudati: "Cambiare la responsabilità oggettiva"

Intervistato da Rai Sport, il procuratore capo di Bari torna a parlare della norme dell'ordinamento sportivo su responsabilità oggettiva e omessa denuncia: "Vanno cambiate, solo così può aumentare al collaborazione"

Cambiare le norme dell'ordinamento sportivo sulla responsabilità oggettiva per aumentare la collaborazione nelle indagini del calcioscommesse. A sostenerlo è il procuratore capo di Bari, Antonio Laudati, che ha affrontato l'argomento nel corso di un'intervista a Rai Sport.


Secondo il magistrato, che insieme al pm Ciro Angelillis coordina le indagini sul filone barese del calcioscommesse, le attuali norme della giustizia sportiva tendono a scoraggiare la collaborazione di club e calciatori.  Oggi, ha spiegato Laudati, "i club e i giocatori non hanno interesse ad aiutare gli organi di giustizia, perché rischiano di essere condannati nei processi sportivi. Pensare che il meccanismo possa essere frenato solo da una legge nazionale è un'utopia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse, Laudati: "Cambiare la responsabilità oggettiva"

BariToday è in caricamento