Calcioscommesse, Gervasoni: "Così fu truccata Palermo-Bari"

Nell'interrogatorio del giocatore del Piacenza emergono i particolari sulla gara disputata dal Bari il 7 maggio 2011. Gervasoni fa i nomi dei biancorossi che sarebbero stati al corrente della combine

La partita di serie A Palermo-Bari del 7 maggio 2011 fu truccata coinvolgendo alcuni giocatori biancorossi, mentre i rosaneri sarebbe stati completamente all'oscuro della combine. E' quanto emerge nell'interrogatorio dell'ex difensore del Piacenza Carlo Gervasoni, arrestato nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse condotta dalla  Procura di Cremona.

Una combine tuttavia non riuscita. La gara infatti finì 2-1 per il Palermo, mentre il risultato concordato era di un over con la sconfitta del Bari, con almeno due gol di scarto. Si tratta di notizie che Gervasoni avrebbe ottenuto da Almir Gegic - ex calciatore anch'egli coinvolto nello scandalo.

"Ricordo - riferisce Gervasoni - che sempre secondo quanto lui (Gegic, ndr) mi riferì, era stato Carobbio a mettersi in contatto con i giocatori del Bari o con qualcuno che gli stesse vicino. Gegic mi riferì che erano stati corrotti i seguenti giocatori del Bari: Padelli, Bentivoglio, Parisi, Andrea Masiello e Rossi". La combine fallì perché Miccoli, capitano del Palermo, sbagliò il rigore che era stato volutamente provocato da Padelli. I giocatori del Palermo, infatti, sarebbero stati all'oscuro degli accordi per truccare la partita.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento