Cronaca

Campagna antincendi boschivi, "meno fondi dalla Regione, a rischio la sicurezza dei cittadini"

I sindacati dei vigili del fuoco bocciano la bozza presentata dalla Regione denunciando i tagli in essa previsti: "Un'azione sconsiderata, fondi vengano ripristinati"

"La Regione Puglia  tagliando i fondi ai Vigili del Fuoco, per la campagna Antincendi Boschivi 2016, mette a repentaglio la sicurezza dei cittadini pugliesi, smantellando di fatto un sistema di soccorso integrato, che ha garantito la sicurezza degli stessi e la tutela del patrimonio boschivo regionale, già più volte martoriato da violenti incendi".

Così, in una nota unitaria, Cgil Vigili del fuoco Puglia, Fns Cisl Puglia e Confsal Vvf Puglia, stigmatizzano la riduzione dei fondi per la campagna Aib che sarebbe stata prevista quest'anno dalla Regione, annunciando di non aver firmato l'accordo e di aver "restituito al mittente il protocollo".

"A nostro parere - prosegue la nota - i tagli adottati dalla regione Puglia, nella convenzione con i Vigili del Fuoco, relativi all’antincendio boschivo anno 2016,che hanno ridotto i fondi a disposizione nei precedenti anni, da € 1.150.000 agli attuali € 500.000, avranno gravi conseguenze per i cittadini e per il patrimonio. Da indiscrezioni, si è appreso che lo stanziamento della regione è pari ad 7.500.000 euro. Pertanto, non si comprende il taglio adottato nella convenzione AIB 2016. Vorremmo capire quali siano gli enti a cui saranno assegnati i  7.000.000 di euro stanziati.  Un taglio lineare, come si è soliti fare oggi, con una conseguenziale azione  sconsiderata, che di fatto monetizza il concetto della sicurezza che lo Stato deve ai cittadini per dovere costituzionale". 

"La legge 353 del 2000 attribuisce alle Regioni la competenza e la responsabilità della tutela del patrimonio boschivo, compreso l’obbligo di fronteggiare gli incendi di bosco.  Qualora la regione Puglia dovesse perseverare nella scelta di tagliare i fondi ai Vigili del Fuoco, siamo consapevoli che nei periodi estivi i danni al patrimonio boschivo saranno enormi, e tanto maggiori rispetto alle ridotte forze messe in campo per fronteggiare gli incendi, che i Vigili del Fuoco sono chiamati, in modo prioritario, a svolgere.  Per questo motivo, non abbiamo firmato l’accordo della convenzione AIB proposta dalla Direzione Regionale dei VVF Puglia, considerato che non si possono accettare gli oneri del servizio e che l’assegnazione dei fondi messi a disposizione dalla regione venga dirottata verso altri enti, che comunque non garantiscono l’efficacia del servizio e la relativa sicurezza". "Siamo disponibili a rivedere l’accordo - concludono i sindacati - solo a condizione che quei fondi vengano rimpinguati nella misura prevista negli scorsi anni, perché non accetteremo mai che si speculi sulla sicurezza della popolazione e del suo patrimonio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna antincendi boschivi, "meno fondi dalla Regione, a rischio la sicurezza dei cittadini"

BariToday è in caricamento