Cronaca

Impallinato e impiccato con un filo di acciaio: la storia di Chicco

Il cucciolo è stato ritrovato da alcuni volontari nelle campagne di Castellana: nonostante la ferita profonda che gli aveva reciso la trachea si è salvato, e ora ha trovato un nuovo padrone

Chicco, il cane salvato dai volontari - Foto Geapress.org

Impiccato con un filo di acciaio, di quelli utilizzati per i freni delle biciclette, poi impallinato. Un gesto di inaudita brutalità, compiuto da chissà chi nelle campagne di Castellana. Perchè lì Chicco, il cane protagonista di questa terribile vicenda, è stato ritrovato da alcuni volontari che nella zona si occupano di accudire i cani randagi. La notizia è riportata dal sito Geapress.org.

Nonostante la ferita profonda che gli ha reciso la trachea, e che gli impedirà per sempre di abbaiare, Chicco è riuscito a salvarsi: è stato operato, la gola è stata in parte ricucita, e sebbene con grande difficoltà Chicco ha ripreso ad alimentarsi. E non appena starà meglio, potrà avere anche una nuova casa, perchè nel frattempo i volontari hanno trovato qualcuno disposto ad adottarlo.

Casi di maltrattamenti come quelli subiti da Chicco, denunciano i volontari, non sono purtroppo infrequenti. Il randagismo, infatti, è un problema diffuso nella zona, e la presenza mal tollerata presenza dei cani randagi sfocia purtroppo anche in episodi simili a quello di Chicco. Se qualcuno vuole aiutare i cani del luogo, ricordano i volontari, può fare riferimento al canile di Putignano gestito dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impallinato e impiccato con un filo di acciaio: la storia di Chicco

BariToday è in caricamento