Caporalato tra Brindisino e Barese, arrestato imprenditore agricolo di Turi

In manette è finito un 51enne, Vincenzo Pernice, titolare dell'omonima azienda agricola. L'arresto segue il blitz del 19 giugno in cui vennero bloccate 4 persone

Dopo il blitz del 19 giugno scorso, in cui sono state bloccate quattro persone nell'ambito di un'inchiesta sul fenomeno del caporalato tra le province di Brindisi e Bari, è finito in manette l'imprenditore dell'azienda ortofrutticula di Turi coinvolta nelle indagini. I Carabinieri hanno così arrestato Vincenzo Pernice, 51 anni, nativo di Torre del Greco (Napoli), amministratore unico dell'azienda omonima. L'uomo dovrà rispondere di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro pluriaggravati. L'arresto di oggi è la prosecuzione dell'operazione avvenuta circa 2 settimane fa, avvenuta per far luce sui 'ricatti occupazionali' a cui erano sottoposte i braccianti, in gran parte donne.

Ulteriori aggiornamenti su Brindisi Report

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

Torna su
BariToday è in caricamento