Cronaca

Tentano di estorcere denaro ad una prostituta, in manette quattro persone

Tra gli arrestati anche due prostitute. Pretendevano dalla donna, una cittadina rumena di 20 anni, il pagamento di 600 euro a settimana in cambio dell'"autorizzazione" a lavorare sulla statale 100, nei pressi di Capurso. Al rifiuto della donna l'hanno aggredita con calci e pugni

600 euro a settimana in cambio del permesso di "lavorare indisturbata" su una complanare della statale 100, nei pressi di Capurso. Era questa la richiesta che due individui, un cittadino rumeno di 28 anni e un albanese di 30, avevano fatto ad una giovane prostituta rumena, accusata, con la sua presenza, di "rovinare gli affari" ad altre due "colleghe" della zona. Subito dopo il tentativo di estorsione, la ragazza si era rivolta ai carabinieri denunciando il fatto, ma le minacce era comunque continuate fino all'epilogo di ieri sera. La ragazza infatti era stata avvicinata direttamente dalle due prostitute, le quali avevano ribadito la richiesta di denaro. Al secco rifiuto della donna, l'avevano aggredita con calci e pugni, rincorrendola e scagliandole addosso dei sassi mentre la ragazza tentava di fuggire.

A quel punto i carabinieri, appostatisi in zona dopo i fatti denunciati dalla vittima in caserma, sono intervenuti bloccando le due straniere e arrestandole. Successivamente, anche grazie ai racconti della giovane prostituta, è stato possibile identificare anche i due uomini, responsabili del primo tentativo di estorsione. I quattro, tutti incensurati, sono stati arrestati e condotti nel carcere di Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di estorcere denaro ad una prostituta, in manette quattro persone

BariToday è in caricamento