Cronaca

Riconosciuto dai Carabinieri: "Ha provato a investirci". Per il giudice non basta: assolto 27enne

L'episodio, avvenuto a Toritto, risale al giugno del 2015: per il Tribunale, i militari avrebbero dovuto almeno spiegare a quale distanza fu visto l'autore del gesto

Un 27enne romeno, accusato di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione, è stato assolto "per non aver commesso il fatto", nell'ambito di un processo riguardante un presunto tentativo di investimento di due Carabinieri a un posto di controllo nella cittadina di Toritto. La sentenza è stata emessa dal Tribunale di Bari. L'episodio risale al 6 giugno del 2015: i due militari notarono una moto di grossa cilindrata, risultata poi rubata, con a bordo un uomo con casco integrale nero e visiera alzata. Il centauro, nonostante i Carabinieri gli avessero intimato di fermarsi, avrebbe dapprima tentato di investirli e poi fuggì per le vie del centro storico riuscendo a dileguarsi. I due militari avevano dichiarato di aver riconosciuto "senza ombra di dubbio" l'autore del gesto ma, secondo la sentenza, "la mera dichiarazione degli operanti preclude senz'altro al giudice di valutare se la individuazione compiuta possa considerarsi attendibile", ritenendolo un "riconoscimento su base percettiva". Secondo il Tribunale di Bari, i militari avrebbero dovuto almeno spiegare a che distanza lo avevano visto e fornire "qualsivoglia indicazione sulla quale basare la conoscenza pregressa dell'imputato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riconosciuto dai Carabinieri: "Ha provato a investirci". Per il giudice non basta: assolto 27enne

BariToday è in caricamento