Cronaca Carbonara

I colori riempiono il vuoto tra le case, così l'arte riqualifica un angolo di centro storico a Carbonara

L'iniziativa, promossa da Ricreatio con le associazioni del territorio Barinquarta e Voglia di crescere, ha visto protagonisti i cittadini che hanno dato nuova vita al 'vuoto urbano' venutosi a creare, anni fa, dopo il crollo di un immobile

L'arte e i colori di Mondrian trasformano quello spazio vuoto tra le case, rendendolo un luogo 'vivo' di incontro e di socializzazione. Così, quella distesa di cemento lasciata al posto di un vecchio immobile crollato anni fa, diventa un piccolo simbolo di rinascita, nato dall'azione degli stessi cittadini.

Succede nel centro storico di Carbonara, dove domenica scorsa, 11 ottobre, nell'ambito della rassegna 'Una boccata d'arte', ha preso il via il progetto 'Vuoti Vivi', promosso da Ricreatio. Attraverso un intervento di 'urbanistica tattica', a cura dell'architetto Luciana Montrone, con la partecipazione delle associazioni culturali Barinquarta e Voglia di crescere, i cittadini hanno riqualificato ù uno spazio in via Massari, un tempo occupato da un vecchio immobile, crollato nel 2009.

Il progetto, dal titolo [QUADRATUM], "è ispirato - spiega l'architetto Montrone - all’opera “composizione di giallo, rosso e blu” di Piet Mondrian. Colori primari come rosso giallo e blu e linee rette sono da collegare ad una simbologia spirituale ben precisa, in cui il rosso rappresenta legame tra spazio e luce, il giallo pura energia solare e blu colore simbolo della spiritualità. Questo esperimento sociale oltre che urbanistico, rafforza il rapporto tra cittadino e territorio poiché essi stesso si sentirà protagonista della sua trasformazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I colori riempiono il vuoto tra le case, così l'arte riqualifica un angolo di centro storico a Carbonara

BariToday è in caricamento