Il bimbo ha troppa fretta, la mamma partorisce in casa aiutata dal papà: "Così è nato il nostro Paolo, un'emozione fortissima"

Daiana e Gianni aspettavano a giorni la nascita del loro secondogenito, ma il piccolo ha spiazzato tutti: è venuto al mondo senza dare ai genitori neppure il tempo di muoversi per l'ospedale. E' nato in casa con il papà a fare da 'ostetrico'

Il piccolo Paolo con la mamma Daiana

Un'emozione fortissima, di quelle che davvero sarà impossibile dimenticare. Perché in una domenica mattina di aprile, Gianni tutto avrebbe immaginato, tranne che di ritrovarsi a far da 'ostetrico' per la nascita del suo secondo figlio. Eppure è proprio quello che è successo, perché il piccolo Paolo ha scelto di venire al mondo all'improvviso, dopo un travaglio velocissimo che ha colto di sorpresa mamma e papà.

Mentre racconta quei minuti concitati a BariToday, la voce di Gianni Mazzone - 36 anni, barese - vibra ancora di quella emozione: "Ho fatto una cosa che non mi sarei mai aspettato di fare. Io che nella vita faccio tutt'altro, ho un'officina gommista. Non avrei mai immaginato una situazione simile, ma quando ho visto che non c'era più tempo, non ho potuto fare altro: mi sono improvvisato ginecologo".

Sono le nove di domenica mattina quando sua moglie Daiana, 35 anni, lo sveglia: avverte delle contrazioni. Del resto, la gravidanza è agli sgoccioli e la data presunta del parto è appena due giorni più in là. Ma Paolo ha davvero tanta fretta di nascere, e non intende aspettare l'arrivo in ospedale. Passa un quarto d'ora, giusto il tempo di svegliare l'altra bimba di 5 anni e preparare i vestiti per uscire, per capire che non c'è più tempo: "Mia moglie era in bagno, si stava preparando - racconta ancora Gianni - Ma io vedevo già la testa del bambino, allora l'ho presa di peso e l'ho portata in camera da letto". Nel frattempo Gianni porta la figlia di 5 anni in cucina ("Le ho acceso la tv, le ho detto di vedere i cartoni") e avverte il 118, poi chiama la ginecologa. Al telefono con lei, prende alcuni asciugamani puliti, torna da Daiana: ormai il piccolo è pronto a nascere. "Per fortuna avevo assistito al parto della mia prima figlia, ho cercato di mettere in atto quello che avevo visto: quella è una cosa che non dimentichi mai. Ho aiutato mia moglie a far uscire la testa, poi ho girato il bimbo in posizione laterale, e così è uscito e l'ho preso tra le braccia. La ginecologa mi diceva di bloccare il cordone - ricorda ancora sorridendo - allora non avendo nulla di preparato ho preso una molletta per lo stendino con una garza e l'ho bloccato". Quando il 118 è arrivato, Paolo era già tra le braccia della mamma: gli operatori si sono accertati che bimbo e madre stessero bene, per poi trasportarli verso l'ospedale più vicino, il Di Venere di Carbonara. Accolti e visitati dai medici, Daiana e Paolo (un bel fagotto di 3.045 chili) sono in ottime condizioni, e aspettano di poter tornare a casa da papà e sorellina. 

"Purtroppo - dice Gianni - per le restrizioni legate all'emergenza Coronavirus non posso andare a trovarli in ospedale, ma sono felicissimo e ho voluto raccontare la nostra storia perché in questo periodo si leggono solo notizie negative, io ho voluto 'cambiare pagina' e dare una bella notizia, sperando che possa essere un segnale positivo per tutti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

Torna su
BariToday è in caricamento