'Anelli di rigenerazione' per riconnettere Carbonara, Ceglie e Loseto: in arrivo 5 milioni dalla Regione

La proposta del Comune di Bari è stata ammessa a finanziamento nel Bando proposto dall'Ente pugliese che ha messo a disposizione 108 milioni di euro per la riqualificazione urbana

Facebook Fai Giovani Bari

Ricucire senza consumare ulteriore suolo. Rammendare per ricostruire relazioni urbane e sociali spesso ostacolate dalla distanza e dalla mancanza di infrastrutture connettive. Carbonara, Ceglie e Loseto, tre quartieri cittadini distanti dal centro e poco collegati tra loro: in arrivò, però, dovrebbero esserci 5 milioni di euro per fare un passo in avanti e superare problemi atavici. Il Comune di Bari è infatti giunto 25° nella classifica del Bando per la Rigenerazione Urbana messo a punto dalla Regione Puglia che vede un finanziamento complessivo di 108 milioni di euro. Nei giorni scorsi è stata pubblicata la graduatoria provvisoria che vede ammesse 83 proposte. 

Il progetto degli 'anelli'

Quella barese punta sugli 'anelli di rigenerazione' lungo i quali ricostruire relazioni  spaziali, ecologiche e sociali tra le diverse parti dell’insediamento, ovvero i centri storici e i quartieri recenti, vera e propria caratteristica dei tre rioni, accentuatasi a partire dagli anni '80, quando c'è stato un notevole sviluppo edilizio. Il percorso di 'anelli' vedrà nuove centralità: edifici dismessi e sottoutilizzati consentiranno di avviare sperimentazioni di co-housing ma anche progetti di agricoltura sociale, valorizzazione del paesaggio e difesa del suolo. L'idea è quella di sfruttare al meglio anche le connessioni con le stazioni del trasporto pubblico locale, in particolare quelle Fal di Santa Rita e Loseto e quella delle Sud-Est di Ceglie del Campo. Le stazioni avranno una migliore accessibilità e sarano snodi anche per la cosiddetta 'mobilità lenta', tra cui quella ciclabile. Infine, il progetto mira a valorizzare i beni storico-culturali di cui il territorio è fornito, attraverso percorsi dedicati e, non da ultimo, al superamento delle barriere infrastrutturali che separano, spesso in modo eccessivo, i vari quartieri del Municipio IV. Tratti identitari da valorizzare, dunque, guardando al paesaggio rurale e al patrimonio archeologico, per superare marginalità e degrado.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento