rotate-mobile
Cronaca Carbonara

"Qua è zona nostra, paga o distruggiamo le luminarie": pizzo alla festa di Carbonara, due arresti

In manette i pregiudicati Domenico Balzano, 32 anni, bloccato in flagranza di reato, e Michele Torres 31 anni. Entrambi sono accusati, in concorso, di estorsione continuata ed aggravata da metodo mafioso

Prima una somma di 1500 poi, poi ridotte a 500, per evitare 'problemi' alle luminarie della festa di San Michele a Carbonara, installate da una ditta specializzata: è la richiesta subita da un imprenditore barese, nei giorni precedenti alla sagra religiosa e popolare della ex frazione del capoluogo. L'episodio ha portato a due arresti eseguiti dalla Squadra Mobile di Bari: in manette sono finiti i pregiudicati Domenico Balzano, 32 anni, bloccato in flagranza di reato, e Michele Torres 31 anni. Entrambi sono accusati, in concorso, di estorsione continuata ed aggravata da metodo mafioso.

L'imprenditore, durante l'allestimento degli impianti, era stato contattato da due persone. presentatesi come individui di clan del quartiere, i quali gli avevano chiesto 1500 euro come 'pratica' normale per 'mantenere' i detenuti, minacciandolo che avrebbero danneggiato le strutture montate, nel caso non avesse fornito la somma, perchè, avrebbero aggiunto i malviventi, "qui pagano tutti". Il titolare ha così finto di intavolare una trattativa, concordando una somma di 500 euro e prendendo tempo. Nel frattempo, infatti, aveva denunciato tutto alla Squadra Mobile di Bari, nonostante l'intimidazione da parte dei due a non farlo perchè sarebbero venuti "altri" (del gruppo criminale di appartenenza) a chiedere ancora soldi. 

Il coraggio dell'imprenditore ha consentito agli agenti di individuare i malviventi: la Squadra Mobile ha quindi osservato l'incontro tra il titolare e gli estorsori in un bar di Carbonara, fermando Balzano. Il 32enne aveva con sé due banconote da 50 euro appena consegnategli dalla vittima, le stesse mostrate dall'imprenditore agli investigatori prima dell'incontro. L'uomo è stato quindi arrestato. In tempi altrettanto rapidi, la DDa ha chiesto e ottenuto dal gip anche l'arresto di Torres, presunto complice. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Qua è zona nostra, paga o distruggiamo le luminarie": pizzo alla festa di Carbonara, due arresti

BariToday è in caricamento