Omicidio Mizzi a Carbonara, arrestati i presunti killer

Chiuse le indagini sull'uccisione del 39enne Giuseppe Mizzi avvenuta nel marzo del 2011 nei pressi della piazza principale del quartiere. Secondo gli inquirenti si trattò di uno scambio di persona

Sono stati eseguiti all'alba dai carabinieri gli arresti dei presunti responsabili dell'omicidio di Giuseppe Mizzi, il 39enne di Carbonara ucciso il 16 marzo del 2011. Mizzi fu freddato a colpi di pistola mentre rincasava nella sua abitazione in via Venezia, a pochi passi dalla piazza principale del quartiere.

I parenti hanno sempre sostenuto che Giuseppe fosse stato ucciso per sbaglio e che non avesse mai avuto contatti con la malavita locale. Una posizione poi confermata dalle indagini della Procura. Pochi giorni dopo l'omicidio la Procura iscrisse nel registro degli indagati quattro persone, tra cui Carbonara: omicidio Mizzi del 16 marzo in via Venezia, indagati Battista e Fiorentino
il pregiudicato Antonio Battista, di 41 anni, ferito il giorno prima dell'agguato a Mizzi ad una mano sempre a Carbonara e in carcere con l'accusa di favoreggiamento personale, e il suo presunto braccio destro Emanuele Fiorentino
.

I NOMI DEGLI ARRESTATI E I DETTAGLI SULL'ARRESTO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento