Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Cane ucciso e buttato in mare a San Giorgio: "Aveva corda e pietre al collo"

Ritrovamento, questa mattina, della Squadra Navale della Polizia: l'animale, un dogo argentino, risulterebbe di proprietà di un 49enne di Adelfia con precedenti penali

Agenti della squadra Nautica della Polizia di Stato hanno rinvenuto, nel tratto di mare all'altezza di San Giorgio, una carcassa di un cane, presumibilmente di razza Dogo argentino, al cui collare era stata legata una corda con un grosso masso. L'esemplare, munito di microchip, risulta essere di proprietà di un 49enne di Adelfia con precedenti di Polizia. Sulla vicenda indaga la magistratura di Bari che ha disposto l'autopsia del cane, la cui carcassa è stata poi trasportata nella Clinica Veterinaria di Valenzano, per i rilievi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cane ucciso e buttato in mare a San Giorgio: "Aveva corda e pietre al collo"

BariToday è in caricamento