Giocattoli e sorrisi nella sala d'attesa del carcere: 'Chiavi a colori' per bimbi e mamme

Tra i promotori del progetto anche l'associazione 'Seconda Mamma'. Riqualificati alcuni ambienti dove i piccoli, assistiti da alcune volontarie, possono trascorrere il tempo giocando

Foto Pagina fb Seconda Mamma

Uno spazio dedicato a loro, con sedioline colorate e tavoli dove poter far giocare i bimbi dei genitori in attesa di incontrare, negli orari di visita, i propri parenti detenuti nella Casa circondariale di Bari: da sabato è diventato realtà il progetto 'Chiavi a colori', promosso dal Garante regionale dei Detenuti, dalle associazioni Seconda Mamma, Marcovaldo e Viviamo in Positivo assieme allo studio Ded'A & Florio, per rendere più gradevoli e a misura di bambino spazi e aree fredde, rendendo meno triste e cupo il percorso da effettuare prima di incontrare il proprio papà, zio o nonno. L'attesa, infatti, può durare anche 45 minuti, tra identificazioni e perquisizioni, prima di accedere nella stanza dove ad attenderli c'è il loro parente: "Il progetto - spiega Silvia Russo Frattasi, presidente di Seconda Mamma - ha permesso la riqualificazione di ambienti all'interno della struttura, solitamente grigi e cupi. Quando i bambini hanno visto giocattoli e sedie della loro misura hanno cambiato decisamente umore. Le mamme erano molto felici e sorprese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Russo Frattasi: "Riqualificheremo tutto il percorso"

I piccoli sono assistiti da alcune volontarie, solitamente in quattro ma il numero più crescere fino a sei nelle giornate più 'affollate'. Sabato erano, infatti, già presenti 35 bimbi. la sperimentazione durerà alcumesi e, se sarà positiva, potrebbe trasformarsi in un servizio permanente: "La direzione del carcere, a cui va il mio sentito ringraziamento, assieme agli agenti di Polizia Penitenziaria, per averci dato una grande mano - afferma Russo Frattasi - ha affisso l'elenco delle giornate di animazione per i bambini e crediamo che molte mamme prenoteranno le visite proprio in quelle date. Il nostro obiettivo è quello di riqualificare, gradualmente, tutto il percorso, dalla sala iniziale. Non è semplice 'lottare' contro i propri figli che piangono nelle lunghe attese. Tutti sono genitori allo stesso modo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento