Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Carcere di Bari, detenuto tenta di aggredire un agente

L'episodio, denunciato dal Cosp, martedì mattina all'uscita della sala colloqui. Il detenuto ha prima insultato e minacciato gli agenti che lo riaccompagnavano in cella, poi ha cercato di aggredire fisicamente uno di loro

Avrebbe prima rivolto insulti e minacce di morte agli agenti di polizia penitenziaria che lo stavano riaccompagnando in cella, poi avrebbe cercato di aggredire fisicamente uno di loro. A denunciare l'episodio, avvenuto martedì mattina nel carcere di Bari, è il Cosp (coordinamento sindacale penitenziario).

Secondo quanto riferito dal sindacato, il tentativo di aggressione sarebbe avvenuto all'uscita della sala colloqui, dopo che i poliziotti in servizio hanno bloccato un paio di scarpe portato dai familiari del detenuto. Un gesto di routine, legato ad esigenze di sicurezza e fatto per permettere agli agenti di effettuare dei controlli sulle scarpe, ma che avrebbe fatto scattare la reazione violenta del carcerato, che ha inveito contro gli agenti tentando di colpire uno di loro.

Un episodio che tuttavia - denuncia il Cosp - non sarebbe affatto isolato, ma che al contrario sarebbe indicativo delle difficili condizioni di lavoro degli agenti di polizia penitenziaria, spesso costretti a turni massacranti a causa della carenza di personale.  

"Nel carcere - scrive il Cosp in una nota riferendosi al penitenziario barese - con una popolazione che oscilla dalle 400/450 ospitati su 310 regolamentari, sono rimasti pochi agenti a vigilare i reparti detentivi e nella seconda sezione di recente consegna dopo mesi di restauro, sembra che in alcune giornate il reparto di 200 detenuti sia affidato anche ad un (1) solo agente per tre piani con turni che sfiorano le otto (8) e le nove (9) ore continuative di servizio, dove mancherebbero da tempo, sebbene denunciato all’amministrazione, personale del Ruolo Ispettori ancora impiegati in Uffici, Segreterie e ufficio comando".

Il Cosp torna quindi a chiedere interventi urgenti, a cominciare dal potenziamento del personale in servizio e dal miglioramento delle condizioni di sovraffollamento delle sezioni, sollecitando l'intervento delle autorità competenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere di Bari, detenuto tenta di aggredire un agente

BariToday è in caricamento