Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Marijuana dall'Albania, sequestrato carico di una tonnellata al porto

La droga viaggiava nascosta a bordo di un tir che trasportava un carico di manufatti in cemento, destinati in Veneto. Immessa sul mercato clandestino dello spaccio, la marijuana avrebbe fruttato più di 14 miioni di euro

Più di una tonnellata di marijuana, già confezionata in panetti, nascosta in contenitori di legno sotto il carico di copertura costituito da manufatti in cemento per l'edilizia. A fare la scoperta, a bordo di un Tir proveniente da Durazzo e diretto in Veneto, i finanzieri del Gruppo Bari e funzionari del locale Servizio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nell’ambito dei controlli svolti all’interno del porto.

Ad attirare l'attenzione degli investigatori è stato lo strano atteggiamento mostrato durante il controllo dal camionista.  Così i militari hanno deciso di eseguire un’accurata ispezione del mezzo, rinvenendo sotto il carico di copertura, all’interno di appositi contenitori in legno, oltre 1.200 “panetti”, pari a circa  1.350 chili di marijuana.

L’operazione di servizio, che ha portato ad uno dei più grossi sequestri di stupefacente mai operato nel porto di Bari, ha sottratto al mercato clandestino dello spaccio una partita che avrebbe fatto fruttare alle organizzazioni circa 14 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marijuana dall'Albania, sequestrato carico di una tonnellata al porto

BariToday è in caricamento