Cronaca

Carra si esprime sulla situazione politica italiana

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Oggi dico quel che penso della situazione politica italiana.

L'Italia ha raggiunto il punto di rottura e, a differenza di paesi come Giappone o Stati Uniti, non può contare su una Banca centrale che stampi moneta illimitata.
L'Italia è vincolata all'euro e questo limita di molto le sue possibilità di salvezza. l'Italia si trovi in piena depressione.

1 -Il tasso di disoccupazione in Italia è salito al 12.2%. Si tratta della più alta percentuale degli ultimi 35 anni.

2- Il tasso di disoccupazione fra i giovani è del 38.5% (al sud raggiunge il 50%).

3 -Ogni giorno, in media, in Italia chiudono 134 fra shops, ristoranti e bar. Dall'inizio della crisi economica, nel 2008, il numero di questi esercizi che hanno chiuso si attesta a 224,000.

4- L'economia italiana si è contratta per il settimo trimestre consecutivo. ...........
5 -Negli ultimi 15 mesi la produzione industriale dell'Italia è calata in maniera progressiva. Attualmente si trova al più basso livello degli ultimi 25 anni (in 5 anni -25%)

-6 In maggio la vendita di automobili in Italia è calata del 8% rispetto al maggio 2012.

-7 Negli ultimi due anni, in Italia è raddoppiato il numero delle persone il cui tenore di vita è considerato gravemente precario.

8 -E' stato previsto che nei prossimi sei mesi l'Italia avrà urgente bisogno di un aiuto finanziario da parte dell'Unione europea.
Oggi dico quello che penso della situazione politica ( anche se non ci sono mai voluto addentrare in dibattiti politici).

L'immensa vigliaccheria e l'opportunismo della borghesia italiana è DA SPAVENTO.. Quando il pericolo comunista c'era ed era forte, fino agli anni Settanta, la nostra borghesia cercava il compromesso. Poi, a muri crollati, si sono scoperti ferocemente anticomunisti. Quando se c'è stato nella storia un antiregime, questo è stato proprio il governo dell'Ulivo..... Hanno fatto poco, perché avevano una maggioranza ristretta e litigiosa, hanno rubato, hanno alzato la voce, hanno provato a riformare questo paese allergico alle riforme SENZA SUCCESSO. Come si fa a capovolgere una verità così solare?

Si torna all'impossibilità di essere normali della destra italiana. il fascismo non ha distrutto la sinistra, che ha resistito al Ventennio, ma ha spazzato per sempre la possibilità di una destra democratica.
Gli italiani non sanno andare a destra senza manganello. Non amano la destra seria e non l'hanno mai amata, prima e dopo il fascismo. No, la destra liberale in Italia è stata sempre impopolare, una minoranza odiata e derisa. Gli andava bene Mussolini e gli va bene Berlusconi. Che cos'hanno Berlusconi e i suoi alleati in comune con la destra liberale, legalitaria? Nulla..... La destra è incompatibile con il «parabolismo», la ciarlataneria e Berlusconi è un parabolano, un grande ciarlatano? La capacità di menzogna di Berlusconi è quasi commovente? Perché il primo a credere alle sue menzogne è lui ? Bene ! ma ad oggi è l'unica persona che può risolvere il problema italiano.
Parliamoci chiaro, la maggioranza degli italiani quest'uomo lo vuole e non da oggi, dal giorno della discesa in campo. Certo, negli ultimi tempi ha detto cose terribili..... Gli italiani ci mettono un po' a capire. MA NON VEDO ULTERIORE FIGURA POLITICA CHE PUO RISOLLEVARE LE SORTI DELL'ITALIA.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carra si esprime sulla situazione politica italiana

BariToday è in caricamento