Cronaca Carrassi

"Datemi i soldi", lancia un coltello contro la madre e picchia la sorella: arrestato 18enne

Il giovane, appena maggiorenne, è stato fermato dai poliziotti del commissariato Nuova Carrassi, intervenuti per sedare una lite in famiglia: dietro le violenze, una richiesta di denaro. Episodi che si sarebbero ripetuti da tempo

Aggredisce la madre che non vuole dargli venti euro, lanciandole contro un coltello e minacciandola con un paio di grosse forbici, poi colpisce con un pugno al volto la sorella. La violenta lite in famiglia ha fatto scattare l'intervento dei poliziotti del commissariato di 'Bari - Nuova Carrassi', che hanno arrestato un ragazzo, da poco maggiorenne, con le accuse di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione e violenza sessuale.

Il giovane era stato fermato da un suo zio, accorso sul posto dopo aver udito le urla della nipote. Ai poliziotti giunti sul posto dopo la segnalazione al 113, le due donne avrebbero riferito che episodi del genere si ripetevano ormai da anni, precisamente dal 2014, quasi ogni giorno. Spesso il giovane le avrebbe maltrattate colpendole con schiaffi e pugni, sputi, insulti e minacce di morte. In alcune occasioni lo stesso, esibendosi nudo alle donne, le avrebbe insultate, palpeggiate ed avrebbe richiesto loro prestazioni sessuali.

Il ragazzo, deferirlo all’A.G. per il reato di violenza sessuale, è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione aggravata; si trova ora rinchiuso presso il carcere di Bari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Datemi i soldi", lancia un coltello contro la madre e picchia la sorella: arrestato 18enne

BariToday è in caricamento