Cronaca Casamassima

Casamassima, ancora acqua torbida. Conca (M5S): "Vertici Aqp incapaci e irresponsabili"

Il consigliere regionale pentastellato attacca i vertici di Acquedotto Pugliese: "Atteggiamento da assoluti irresponsabili. Inaccettabile che i vertici di AQP non si ritengano responsabili"

Dal mese di maggio i cittadini di Casamassima vivono un grosso disagio legato alle impurità nell'acqua che scorre dai propri rubinetti. Nonostante le rassicurazioni di ASL e Acquedotto sul ritorno dell’acqua a livelli di potabilità, gli abitanti denunciano che la problematica è ben lontana dall'essere risolta.

“La gestione della vicenda da parte di Acquedotto Pugliese è da assoluti irresponsabili - afferma Mario Conca, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle -. Un primo inquinamento delle tubature, oltre a provocare lunghi disagi per la cittadinanza casamassimese, ha comportato comprovate intossicazioni fra gli utenti, con AQP che non si è accorta di nulla e anzi, in una nota indirizzata all’amministrazione comunale, declina ogni responsabilità. Tutto ciò è inaccettabile!”.

La società che gestisce l’approvvigionamento idrico della regione Puglia, per quanto riferito dal Comune di Casamassima, ha infatti escluso un proprio intervento diretto nella sanificazione delle cisterne contaminate, nelle scorse settimane, dall’acqua infetta. "AQP ritiene incredibilmente di non avere responsabilità per quanto accaduto e continua ad accadere a Casamassima - prosegue Conca -. Di fatto, dopo aver ricusato ogni azione risarcitoria a proprio carico, si è resa nuovamente colpevole di negligenza in una nuova contaminazione, che dichiara non essere collegata alla precedente. E questo rende ancor più grave la propria condotta".

"In questo momento - conclude il consigliere pentastellato - è prioritario poter garantire ai casamassimesi il ritorno alla tranquillità e a poter godere dell’inalienabile diritto all’acqua pubblica. Ma, fatte salve le sacrosante azioni giudiziare a fini risarcitori che il Comune di Casamassima e gli utenti danneggiati vorranno perseguire, non è accettabile che direttore generale e presidente di AQP non si ritengano responsabili per i fatti avvenuti. Si dimettano immediatamente per manifesta incapacità! In caso contrario sia il presidente Emiliano, così come li ha recentemente nominati, a rimuoverli dai rispettivi incarichi.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casamassima, ancora acqua torbida. Conca (M5S): "Vertici Aqp incapaci e irresponsabili"

BariToday è in caricamento