Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Casamassima

"Acqua torbida dai rubinetti", nuove segnalazioni a Casamassima

Il primo cittadino su Facebook: "L'emergenza non rientra, siamo davvero stanchi". Informati Aqp, Asl e Arpa ma chiesta anche "un'azione diretta" della Prefettura

A Casamassima è ancora allarme per l'acqua potabile. A pochi giorni dalla revoca dell'ordinanza sindacale che vietava di bere l'acqua dei rubinetti, diversi cittadini hanno nuovamente segnalato la fuoriuscita di acqua torbida dagli impianti domestici. A renderlo noto attraverso la sua pagina Facebook è stato ieri il sindaco, Vito Cessa.

"Siamo davvero stanchi - scrive Cessa - Io come primo cittadino non mi sento al sicuro, i casamassimesi non si sentono al sicuro. L’emergenza acqua non rientra. L’acqua pubblica a Casamassima rappresenta ancora un problema". "A seguito delle segnalazioni di tanti cittadini giunte ieri al comando della Polizia municipale di Casamassima - spiega il primo cittadino - ho immediatamente contattato l’Acquedotto Pugliese, la Asl e l’Arpa. Ho segnalato con precisione le vie dove si sta verificando questo ulteriore disagio e ho chiesto che vengano fatti ulteriori controlli. L’Acquedotto Pugliese avrebbe individuato la causa di quest’acqua scura e tutto dipenderebbe da alcuni lavori svolti nel nostro territorio. Per la seconda volta l’Ente fa un’azione senza informare l’amministrazione e senza tutelare pienamente i diritti dei casamassimesi! Dopo quanto abbiamo già dovuto sopportare per 14 interminabili giorni senza acqua potabile, ci saremmo aspettati una maggiore attenzione. Tutti i casamassimesi stanno provvedendo a proprie spese alla sanificazione delle cisterne, l’amministrazione sta intervenendo a proprie spese su tutte le autoclavi degli edifici pubblici".

I CHIARIMENTI DI AQP: "ACQUA TORBIDA CAUSATA DA INTERVENTO DI MANUTENZIONE, NESSUN RISCHIO"

Nei giorni scorsi, infatti, parallelamente ai risultati delle analisi che avevano attestato il rientro alla normalità dei valori dell'acqua potabile, Comune e privati cittadini avevano avviato le operazioni di sanificazione di cisterne e serbatoi, ma, sottolinea il sindaco, "al momento non ho garanzie che questo ulteriore “incidente” non abbia contaminato anche i filtri che molti di noi hanno appena cambiato".

Per il caso dell'acqua contaminata a Casamassima, nelle scorse settimane sono state presentate quattro denunce di cittadini e un esposto del Comune. "La Procura sta svolgendo le sue indagini, ma - annuncia il sindaco - io ritengo che l’intervento debba essere immediato. Dato il protrarsi del disagio questa mattina ho allertato anche la Prefettura di Bari chiedendo una sua azione diretta, affinché si provveda al ripristino della normalità idrica, ricorrendo gravi ragioni di sanità, di ordine e sicurezza pubblica che potrebbero sfociare in atti d’incontrollabile protesta".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Acqua torbida dai rubinetti", nuove segnalazioni a Casamassima

BariToday è in caricamento