menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due colpi nella notte di Capodanno, ma le telecamere riprendono il ladro: identificato e arrestato

Le indagini condotte dai carabinieri hanno permesso di risalire al responsabile dei furti compiuti in un bar e in un altro negozio di Casamassima

Avrebbe messo a segno due colpi nella stessa notte, a Capodanno, svaligiando prima la cassa di un bar, poi  rubando all'interno di una lavanderia. Dopo accurate indagini, i carabinieri hanno arrestato a Casamassima un 42enne del luogo.

Nel primo furto un soggetto, dopo aver danneggiato l’inferriata e la porta d’ingresso di un bar di Casamassima, si era introdotto nel locale, impossessandosi della somma di 200 euro che si trovava nel registratore di cassa. Nella circostanza, la pattuglia intervenuta prontamente sul posto era riuscita a raccogliere una dettagliata descrizione del ladro da un testimone.

Nella stessa nottata un individuo, accompagnato dal complice che era alla guida di una utilitaria, utilizzando una spranga, aveva dapprima preso di mira la gettoniera di un distributore automatico per la fornitura di acqua della rivendita di prodotti per lavanderia e successivamente, entrato nel locale previa forzatura della porta d’ingresso, si era impossessato di un cartone contenente essenze per il bucato, del valore di 500 euro. L’azione criminale è stata però ripresa da un impianto di video-sorveglianza che ha immortalato il ladro. Così i militari della Stazione Carabinieri di Casamassima, dopo accurate indagini, sono riusciti a identificare l’autore in un 42enne del posto, noto per i trascorsi specifici.

Le successive tempestive indagini hanno permesso di chiarire che l’autore del furto presso il bar era lo stesso soggetto responsabile del furto alla lavanderia. Il GIP presso il Tribunale di Bari, accogliendo la richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica, che ha condiviso l’esito delle certosine indagini esperite dai Carabinieri di Casamassima, sussistendo l’aggravante della violenza sulle cose, a fronte del concreto e attuale pericolo che il soggetto potesse commettere reati dello stesso tipo, ha emesso un provvedimento restrittivo nei confronti del 42enne, sottoposto agli arresti domiciliari. Dovrà anche rispondere di furto aggravato e danneggiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Emiliano contro il coprifuoco alle 22: "Non ha senso e penalizza il turismo". Sulla scuola "il problema è per i mezzi di trasporto"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento