menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casamassima, stop all'emergenza idrica. Il sindaco: "Acqua potabile"

Revocata l'ordinanza di 15 giorni fa che ne impediva l'utilizzo per bene e cucinare. Cessa: "La vicenda non finisce qui. La Procura faccia chiarezza"

I cittadini di Casamassima possono tornare a utilzzare l'acqua dai propri rubinetti: il sindaco Vito Cessa ha infatti emesso, questa mattina, un'ordinanza che ne consente la potabilità dopo 15 giorni di emergenza causati dalla contaminazione della rete idrica per cause non ancora chiarite. L'Asl Bari area Sud, dopo l'analisi degli ultimi campioni prelevati 5 giorni fa, ha ravvisato la conformità dell'acqua alle disposizioni di legge e "pertanto - afferma in una nota - possiede i requisiti per essere destinata al consumo umano”. 

Nell'ordinanza del sindaco viene specificato inoltre che "chiunque (privati, pubblici esercizi, laboratori di produzione/vendita di alimenti e bevande) disponga di serbatoi e riserve idriche collegate alla rete idrica pubblica" debba provvedere "ad effettuare disinfezione e sanificazione delle riserve idriche secondo le indicazioni fornite dal Sian/Direz"

"L'emergenza rientra, ma non possiamo ancora definire chiusa questa vicenda - ha affermato Cessa  -. I cittadini si aspettano risposte concrete dalle istituzioni. Io intendo tutelare sino alla fine Casamassima e l'amministrazione si avvarrà di legali che seguiranno in maniera specifica il caso. Mi aspetto che la Procura faccia chiarezza sulle responsabilità. Intanto ho chiesto all'Acquedotto Pugliese di riconoscere nell'immediato una modalità di compensazione economica per risarcire i cittadini delle spese di sanificazione delle cisterne. Ho proposto anche un'esenzione dalle prossime bollette per il disagio subito. Le autobotti resteranno ancora qualche giorno in paese per tutelare i cittadini nel tempo necessario per la sanificazione. Un'operazione, come si legge nell'ordinanza, abbastanza complessa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento