Cronaca San Paolo

Case popolari 'occupate' al San Paolo, gip dispone il dissequestro di 53 abitazioni

Nei prossimi giorni saranno completate le verifiche su altre 35 case del plesso di via Don Gnocchi, finite nel mirino della Procura di Bari in attesa di accertare la regolarità delle sanatorie

Cinquantatré appartamenti delle case popolari di via Don Gnocchi, nel quartiere San Paolo di Bari, sono stati 'dissequestrati' su disposizione del gip del tribunale, Francesco Pellecchia. La decisione è arrivata nonostante la Procura si fosse espressa negativamente. In tutto erano 88 gli appartamenti posti alcuni mesi fa sotto sequestro sui quali gli inquirenti hanno voluto verificare eventuali irregolarità nell'occupazione. A giorni verranno invece completate le altre 35 verifiche su altrettante abitazioni non interessate dal provvedimento di oggi, fondato sulle sanatorie inviate dal Comune al Tribunale. 

Al termine delle indagini condotte dai Carabinieri e coordinate dal pm Baldo Pisani della Procura di Bari erano stati infatti posti i sigilli a numerosi appartamenti del plesso, in attesa di accertare le regolarità delle sanatorie concesse. I giudici avevano anche dato all'amministrazione due mesi di tempo per verificare la concessione di eventuali altre sanatorie, e contemporaneamente la Procura aveva avviato anche un'altra indagine per omissione di atti d'ufficio con riferimento alle presunte responsabilità di Arca e Comune di Bari, che per decenni avrebbero tardato nelle risposte sulle istanze di sanatoria presentate dagli inquilini abusivi. Le famiglie si erano fin da subito difese affermando di aver sempre pagato il dovuto a Comune e Arca, e di aver in alcuni casi presentato la domanda di sanatoria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari 'occupate' al San Paolo, gip dispone il dissequestro di 53 abitazioni

BariToday è in caricamento