rotate-mobile
Cronaca

Nove ore d'interrogatorio davanti al gip, Bellomo contesta le accuse e presenta memoria difensiva

Secondo le indagini, l'ex Giudice del Consiglio di Stato avrebbe commesso maltrattamenti nei riguardi di tre borsiste e una ricercatrice della sua Scuola di formazione per il concorso in Magistratura

E' durato circa 9 ore l'interrogatorio davanti al gip del Tribunale di Bari di Francesco Bellomo, l'ex giudice del Consiglio di Stato, arrestato il 9 luglio scorso (attualmente è ai domicliari) con le accuse di maltrattamenti nei riguardi di tre borsiste e una ricercatrice della sua Scuola di formazione per il concorso in Magistratura. Bellomo è anche accusato di estorsione nei riguardi di un'altra partecipante al corso. 

Presentata memoria difensiva

Nell'interrogatorio Bellomo, nel rispondere alle domande del gip, avrebbe "contrastato in modo molto rigoroso e documentato tutte le accuse che gli vengono rivolte". E' stata inoltre depositata anche una memoria difensiva. Gli avvocati Beniamino Migliucci e Gianluca D'Oria, che assistono l'ex giudice del Consiglio di Stato, hanno chiesto la revoca della misura dei domicilari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nove ore d'interrogatorio davanti al gip, Bellomo contesta le accuse e presenta memoria difensiva

BariToday è in caricamento