menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Obbligo di minigonna" per le aspiranti magistrate, nuove segnalazioni per il 'caso Bellomo'

Altre ragazze si sarebbero fatte avanti confermando quando già denunciato. Intanto il Consiglio di Stato ha depositato le motivazioni sulla destituzione del magistrato

Nuove segnalazioni si aggiungono alle denunce che nei mesi scorsi hanno portato alla luce il caso  che coinvolge Francesco Bellomo, il consigliere di Stato accusato di presunte molestie e ricatti sulle borsiste della sua scuola di formazione per aspiranti magistrati.

Altre ragazze - sei o sette - si sarebbero fatte avanti dopo il mese di ottobre, confermando con i loro racconti quanto sostanzialmente già noto.

Intanto oggi il Consiglio di Stat ha depositato le motivazioni della destituzione votata ieri: la sanzione disciplinare è stata ritenuta adeguata anche in relazione al danno arrecato dal presunto comportamento del magistrato.

Bellomo potrebbe tuttavia presentare ricorso al Tar contro la destituzione. In caso di vittoria e di reintegro, le nuove segnalazioni raccolte potrebbero però confluire in un nuovo procedimento disciplinare. Intanto domani il Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa (Cpga) è chiamato a "ratificare" la destituzione votata ieri.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento