menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Bellomo, parla il consigliere di Stato: "Tradito e usato da alcune ragazze"

"Narrazioni surreali - afferma - che riferiscono in maniera del tutto falsata i rapporti intercorsi tra me ed alcune ragazze"

Il consigliere di Stato Francesco Bellomo dice di sentirsi "tradito ed usato" da alcune ragazze "che evidentemente mi sono state accanto o hanno aderito al mio insegnamento solo per interesse personale e non mosse da veri sentimenti o convinzioni ideali, come invece professavano".  Bellomo è sotto indagine per estorsione, nell'ambito di un'inchiesta su presunti obblighi alle partecipanti al suo corso di preparazione all'esame da magistrato. Il consigliere di Stato, che si è rivolto all'avvocato Beniamino Migliucci e al professor Vittorio Manes, afferma anche di apprendere dai media "narrazioni surreali, che riferiscono in maniera del tutto falsata i rapporti intercorsi tra me ed alcune ragazze". "Con talune - spiega ho avuto relazioni sentimentali e mai nessuna, sino a quando il rapporto è durato, mi ha eccepito un qualche comportamento sgradito, anzi insistendo perché la relazione acquistasse importanza. Quanto alle altre (un ridottissimo numero di allieve titolari di borsa di studio), esse mi chiedevano di prepararle e guidarle per affrontare al meglio il concorso in magistratura, esprimendo piena e convinta adesione al mio metodo di insegnamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento