Cronaca

Caso escort, chiesta l'archiviazione per il procuratore Laudati

In mattinata la decisione della prima commissione del Csm, che ha esaminato la posizione del procuratore generale di Bari in merito a presunti ritardi nello svolgimento dell'inchiesta escort. Il caso era partito da un esposto del pm Scelsi

La prima commissione del Consiglio Superiore della Magistratura ha chiesto l'archiviazione del fascicolo a carico del Procuratore generale di Bari relativo all'inchiesta su Tarantini e il giro di escort nelle residenze private di Berlusconi. L'operato di Antonio Laudati era stato sottoposto al vaglio del Cms in seguito all'esposto che l'ex pm Giuseppe Scelsi, primo titolare dell'inchiesta, aveva presentato contro Laudati.

Secondo Scelsi, infatti, Laudati avrebbe intralciato e rallentato le indagini, affidando allo stesso tempo alla Guardia di Finanza lo svolgimento di un'indagine parallela. Tuttavia la commissione del Csm, che nelle scorse settimane ha ascoltato sia Laudati che Scelsi, ha chiesto l'archiviazione del fascicolo, poichè non esisterebbero i requisiti necessari per un trasferimento d'ufficio.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso escort, chiesta l'archiviazione per il procuratore Laudati

BariToday è in caricamento