rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Marò, il Tribunale del Mare: "Sospendere procedure". Nessuna decisione su libertà

Primo verdetto della Corte di Amburgo sul caso dei due fucilieri: non vi sono condizioni per misure d'urgenza riguardanti il loro rientro in Italia. Il tribunale ha adottato la decisione con 15 voti a favore e 6 contrari

Nessuna decisione sul rientro in Italia dei due Marò. E' quanto ha stabilito, questa mattina, il Tribunale del Mare di Amburgo sul caso dei due fucilieri pugliesi di Marina, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, accusati di aver ucciso due pescatori mentre si trovavano al largo delle coste indiane del Kerala, a bordo della nave 'Enrica Lexie'. La decisione della Corte, presiedura dal giudice russo Gulitsyn, prevede la "sospensione" da parte di Italia e India delle procedure in corso, prescrivendo ai due Paesi di astenersi nell'adottare altre.

Le misure provvisorie riguardanti Girone e Latorre restano invariate: il primo non potrò fare rientro in Italia, il secondo, nel nostro Paese per motivi di salute, dovrà far rientro in India al termine della convalescenza. Il Tribunale ha adottato il provvedimento con 15 voti a favore e 6 contrari, sostenendo che bisogna preservare i diritti di tutte le parti in causa. Italia e India sono state invitate a presentare al Tribunale, entro il 28 settembre, un rapporto di ottemperanza con le misure previste.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò, il Tribunale del Mare: "Sospendere procedure". Nessuna decisione su libertà

BariToday è in caricamento