Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Caso Tarantini, trasmessi a Bari gli atti dell'inchiesta

Sono arrivati in mattinata dalla Procura di Roma gli atti dell'indagine sui soldi dati a Tarantini dal premier Silvio Berlusconi. Il procuratore generale dovrà ora decidere a chi assegnare l'inchiesta e se accettare la dichiarazione di astensione di Laudati

Gianpaolo Tarantini ©TM NewsInfophoto

Gli atti dell'inchiesta sull'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini e i soldi ricevuti dal premier Berlusconi con l'intermediazione del faccendiere Lavitola sono ufficialmente nelle mani dei pm baresi. Ad indicare la competenza della procura di Bari nello svolgimento dell'inchiesta era stato nei giorni scorsi il tribunale del Riesame di Napoli, che aveva anche disposto la scarcerazione di Tarantini, indicando invece Berlusconi come principale indagato dell'inchiesta. Uno dei primi atti dei pm baresi, dunque, sarà probabilmente quello di iscrivere il premier nel registro degli indagati con l'accusa di aver "comprato" il silenzio di Tarantini. Il premier, cioè, avrebbe indotto Tarantini a mentire sul fatto che Berlusconi sapesse che le "ospiti" portate nelle sue residenze dall'imprenditore erano delle escort.

Entro la giornata di oggi, comunque, il procuratore generale presso la Corte d'appello di Bari, Antonio Pizzi, dovrà decidere a chi assegnare il fascicolo sul caso Tarantini. Una decisione resa necessaria dall'astensione formalizzata nei giorni scorsi dal procuratore capo Antonio Laudati, che, indagato a Lecce sui presunti ritardi delle indagini sul filone escort, si è chiamato fuori dalla gestione del nuovo fascicolo di indagine.


Intanto il terzo e quarto piano dell'edificio ospita che la Procura di Bari sono stati interdetti ai giornalisti. Qui infatti si trovano le stanze del procuratore Antonio Laudati e degli aggiunti Anna Maria Tosto e Pasquale Drago, nella segreteria del quale sono stati depositati stamattina gli atti provenienti da Roma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Tarantini, trasmessi a Bari gli atti dell'inchiesta

BariToday è in caricamento