rotate-mobile
Cronaca Cassano delle Murge

Cassano, rubavano cellulari a coetanei: presi due baby-rapinatori

In manette un 15 enne e un 17enne, ritenuti responsabili, assieme ad alcuni complici (anche maggiorenni), di 7 colpi ai danni di altrettanti coetanei, tra gennaio e marzo, nella cittadina murgiana e ad Acquaviva

I carabinieri hanno arrestato due presunti baby rapinatori che, assieme ad altri complici in corso di identificazione, avrebbero rubato smartphone a coetanei tra Cassano e Acquviva. In manette sono finiti un 15enne e un 17enne cassanesi su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale dei Minorenni di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica. I due sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di rapina aggravata, tentata estorsione e lesioni personali commesse tra il 4 gennaio ed il 31 marzo di quest’anno.

Gli inquirenti contestano loro 7 rapine avvenute tra gennaio e marzo. I “colpi” avvenivano quasi sempre in pieno giorno: assieme ad altri complici, anche maggiorenni, avvicinavano i giovani studenti vicino scuole, piazze, fermate di autobus o a bordo di mezzi pubblici, minacciandoli, talvolta aggredendoli e rapinando loro i cellulari, anche dopo averli fermati con la scusa di fare una telefonata. I malviventi avrebbero anche intimando alle loro vittime di non denunciare l’accaduto minacciando ritorsioni. In una circostanza dopo aver rapinato il cellulare ad un ragazzino hanno intimato alla fidanzatina dello stesso di consegnargli del denaro al fine di ottenere la restituzione del telefonino. I due arrestati sono stati condotti nel carcere minorile di Bari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassano, rubavano cellulari a coetanei: presi due baby-rapinatori

BariToday è in caricamento