Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Cassano delle Murge

Viavai sospetto dall'abitazione, scatta la perquisizione: in casa cocaina e marijuana, 39enne in manette

E' accaduto a Cassano: l'uomo nascondeva la sostanza stupefacente in alcuni pensili della cucina e all'interno di un camino. Un altro 32enne è stato arrestato, nello stesso centro, per pene residue da scontare sempre per reati di droga

I movimenti 'sospetti' dalla sua abitazione, nei pressi della quale era stati visti aggirarsi alcuni assuntori abituali di stupefacenti, non erano sfuggiti ai carabinieri. Fino a quando i militari hanno deciso di sottoporre a perquisizione l'uomo - un 39enne originario di Grumo ma domiciliato a Cassano - proprio mentre rientrava in casa. 

Così è stato possibile rinvenire, all’interno di un camino e di pensili della cucina, abilmente occultati, 3 dosi di cocaina, per complessivi 2,4 grammi, 9 dosi di marijuana, per complessivi 25 grammi, già perfettamente confezionate e pronte per lo spaccio, nonché un contenitore di plastica contenente ben 74 grammi di altra marijuana, da confezionare. Nel corso  della perquisizione è stato inoltre rinvenuto diverso materiale utilizzato per il taglio e il confezionamento della sostanza stupefacente, tutto sottoposto a sequestro. Il soggetto, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti è stato tratto in arresto e condotto in carcere a Bari.

Sempre a Cassano, nell'ambito di un'altra operazione, un 32enne è stato arrestato in esecuzione di un provvedimento di pene concorrenti emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Bari. L'uomo è destinatario dell’ordine di carcerazione perché deve scontrare la pena residua di 7 anni e 2 mesi sempre per reati di droga, commessi tra gli anni 2018 e 2019. Il soggetto è stato  rintracciato presso la propria abitazione, dichiarato in arresto e condotto in carcere a Bari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viavai sospetto dall'abitazione, scatta la perquisizione: in casa cocaina e marijuana, 39enne in manette

BariToday è in caricamento