menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassano, giovane segregata in casa e violentata: condanna a 5 anni per l'ex fidanzato

L'uomo, un 37enne. avrebbe trattenuto in casa la ex fidanzata, una 23enne, per cinque mesi, costringendola ad avere rapporti sessuali

Avrebbe trattenuto in casa, contro la sua volontà, l'ex fidanzata di 23 anni, costringendola ad avere rapporti sessuali. Con l'accusa di violenza privata, così riqualificata rispetto all’originaria contestazione di sequestro di persona, e violenza sessuale, il Tribunale di Bari ha condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione un 37enne di Cassano.

I fatti risalgono al periodo compreso tra settembre 2013 e febbraio 2014. Secondo l'accusa l'uomo, non rassegnandosi alla fine della relazione, dopo aver fatto salire la ragazza in auto l'avrebbe condotta presso la sua abitazione, impedendole poi di uscire e togliendole il cellulare. Nel corso del provesso, tuttavia, la stessa ragazza ha ammesso di essere inizialmente rimasta nell'abitazione volontariamente. Successivamente, la giovane sarebbe riuscita a liberarsi grazie all'aiuto di un medico, al quale aveva raccontato l'accaduto durante un ricovero in ospedale.

Il giudice ha condannato ad un anno (pena sospesa) anche la compagna del 37enne, che avrebbe aiutato l'uomo ad evitare che la ragazza fuggisse. Il 37enne, in carcere dal luglio 2014, è tornato in libertà nei giorni scorsi, poiché su richiesta della difesa è stata disposta la misura alternativa del divieto di dimora nel comune di residenza della vittima.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento