Castellana grotte, inaugurato lo spazio sociale integrato, giochi per tutti i bambini compresi i diversabili

Due aree con giochi sensoriali adatti a bambini con difficoltà visive ed uditive ed in più altri giochi sicuri per ogni bambino anche per chi va in carrozzella, uno spazio di inclusione dedicato a tutti i più piccoli.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Inaugurato il nuovo parco giochi di Palazzo Dell’Erba (ex casa di riposo Maria Boccardi) di via Carlo Poerio, ovvero, il nuovo spazio sociale integrato, area ludica per bambini, di Castellana Grotte. Il tutto grazie all’installazione delle giostrine inclusive per cui il Comune di Castellana Grotte è assegnatario di un finanziamento regionale per un importo di diecimila euro a cui si sono aggiunti ad altri seimila stanziati dall’ente. L’iniziativa, che oggi arriva a compimento, era stata presentata dall’Assessore all’Urbanistica Luisa Simone nel corso di un incontro pubblico al quale era intervenuto anche l’Assessore Regionale alla Pianificazione Territoriale Alfonso Pisicchio. All’evento inaugurale hanno partecipato il Sindaco di Castellana Grotte Francesco De Ruvo, l’Assessore all’Urbanistica Luisa Simone, l’Assessore ai Servizi Sociali Maurizio Pace, l’Assessore alla Cultura Vanni Sansonetti, l’Assessore ai Lavori Pubblici Franca de Bellis insieme ai dipendenti comunali che a vario titolo hanno partecipato alla realizzazione dell’opera. Le giostrine inclusive sono omologate ed adatte all’utilizzo da parte di tutti, nel rispetto delle particolari esigenze di bambini diversabili con l'obiettivo principale di favorire l'interazione tra tutti i bambini. La nuova area giochi è suddivisa in due aree la prima con un’altalena per due persone, con sedile piano e sedile adatto per bambini disabili, tre giochi a molla adatti all’uso da parte di tutti i bambini compresi quelli con disabilità per la presenza di uno schienale di sostegno, due giochi a molla utilizzabili anche da bambini diversamente abili su carrozzina in quanto muniti di portiera ribaltabile e seduta con spalliera completi di maniglie e poggiapiedi. Nella seconda area ci sono quattro pannelli sensoriali, con modelli a tris, labirinto, xilofono e auto utilizzabili da bambini con diverse disabilità, sia motorie che visive/uditive. L’Area Giochi rispetterà i seguenti orari, dal lunedì al sabato dalla 16.00 alle 18.00, mentre la domenica dalle 10.00 alle 12.00. L’intervento è stato finalizzato all'ampliamento e la riqualificazione del parco giochi di Palazzo Dell’Erba una volta campo da bocce. Ma non è l’unica novità in tema di arredo urbano ed integrazione. A breve, verranno svolti altri interventi presso la Villa Comunale Tacconi per accogliere l’iniziativa di solidarietà promossa dall’Associazione “Castellana Conviene” che ha donato lo scorso gennaio un modello di giostrina per disabili al Comune di Castellana Grotte. L’ente ha espresso la volontà di sostenere i costi di posa in opera della stessa. Quest’ultima giostrina si andrà ad inserire con altre finanziate dal comune in una nuova area di gioco ed integrazione. “Cogliere tutte le opportunità che la Regione ci propone, sia per le grandi opere che per le piccole opere – ha dichiarato l’Assessore all’Urbanistica Luisa Simone – è di vitale importanza per le realtà come la nostra ed obiettivo primario di questa Amministrazione Comunale. Siamo orgogliosi di aver raggiunto questo traguardo nell’ottica del miglioramento dell’esistente, grazie anche al progetto di Rigenerazione Urbana, in favore del diritto di tutti i bambini di avere uno spazio dove giocare in libertà”. "La nostra comunità" – ha dichiarato l'assessore ai Servizi Sociali Maurizio Pace – "si apre ancora di più al mondo dell’integrazione, della socializzazione e dell’incontro grazie ad una apposita area priva di barriere architettoniche. Tutti hanno lo stesso diritto a divertirsi. Grazie a questo intervento fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale inizieremo ad abbattere prima di tutto le barriere sociali che, a volte, sono più invalicabili delle barriere architettoniche”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento