Sul lungomare la 'catena umana' di ristoratori, albergatori e lavoratori dello spettacolo: "Distrutti dalla crisi"

L'evento è stato organizzato dal Movimento Impresa ed è intitolato 'Im...prese in giro'. I manifestanti, distanziati secondo le regole previste per la fase 2 di uscita dalla pandemia, si sono dati appuntamenti nel parcheggio del Palazzo Inps

Foto Pierpio Defrenza

Manifestazione di protesta, stamane, sul lungomare di Bari, dove numerosi imprenditori e dipendenti dei settori ospitalità, ristorazione, catering e pubblico spettacolo si sono dati appuntamento per chiedere provvedimenti urgenti con cui far fronte alla pesante crisi economica scoppiata a seguito della pandemia covid-19.

L'evento è stato organizzato dal Movimento Impresa ed è intitolato 'Im...prese in giro'. I manifestanti, distanziati secondo le regole previste per la fase 2 di uscita dalla pandemia, si sono dati appuntamenti nel parcheggio del Palazzo Inps. Quindi, raggiungeranno la vicina sede della Presidenza della Regione Puglia dopo aver inscenato una catena umana: "A questo gesto altamente comunicativo, seguirà un sit in. Noi porteremo le buste paga dei nostri dipendenti, le consegneremo in un cesto e chiederemo di parlare con il presidente regionale dell’Inps e anche con il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano" spiegano i manifestanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre, comuni 'chiusi' a Natale e Capodanno: il governo approva il decreto

Torna su
BariToday è in caricamento