Cronaca

Catino, residenti preoccupati: "Pini invasi dalla processionaria"

Numerose le segnalazioni degli abitanti sulla presenza dell'insetto in zona Sviba e nella pista ciclabile. Pericolosa per piante, animali e uomo: il contatto con i peli provoca irritazione e vesciche

A Catino sono sempre di più le segnalazioni che confermano la presenza, tra gli alberi di pino nella zona, della processionaria, parassita capace di attaccare le piante formando dei bozzoli di filamento bianco. La Thaumetopoea PItyocampa è, in pratica, un bruco allo stato larvale che soffoca le foglie di pino provocando danni ai boschi. Diversi cittadini del quartiere a nord di Bari hanno confermato di aver visto numerosi esemplari lungo la pista ciclabile e nella zona Sviba. 

Questi insetti, facilmente rintracciabili perché procedono a gruppi uno dietro l'altro (da qui il termine 'processionaria'), possono essere dannosi per gli animali e l'uomo: i peli infatti dispongono di un sostanza fortemente urticante ancora più pericolosa se ingerita. Non sono pochi gli episodi in cui cani hanno annusato e mangiato gli insetti, con danni pesanti alla lingua, allo stomaco e all'apparato respiratorio. Da giorni gli abitanti di Catino chiedono l'intervento immediato dell'Amiu per evitare il propagarsi del problema.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catino, residenti preoccupati: "Pini invasi dalla processionaria"

BariToday è in caricamento