Cronaca Madonnella / Via Gorizia

Degrado in un terreno a Ceglie del Campo, il M5S: "L'amianto giace lì da un anno"

Segnalazione degli attivisti del Movimento, in una zona non lontana da una scuola media e da un gruppo di case: "Nessuno è intervenuto e la situazione è peggiorata notevolmente"

"La situazione, a distanza di un anno, è decisamente peggiorata, nonostante le nostre segnalazioni": gli attivisti del M5S hanno effettuato, ieri, un sopralluogo a Ceglie del Campo, in un'area incolta nelle vicinanze, in linea d'aria, di una scuola Media, di via Fanelli e di un plesso di palazzi su via Gorizia, via Manzari e via Quaranta. La zona è stata mappata e già segnalata dal Movimento all'assessorato all'Ambiente e gli attivisti hanno già depositato un esposto in Procura: "Nessuno ha provveduto - spiegano i pentastellati - alla bonifica" da "amianto e altri materiali combusti. Continueremo a denunciare i pericoli per la salute pubblica, a chiedere risposte e interventi di bonifica a questa amministrazione sorda dinanzi alle nostre segnalazioni". Il M5S chiede chiarimenti anche a un mese di distanza dal sopralluogo nel quartiere Santa Rita dove era stato rinvenuto altro materiale simile a pezzi di amianto: "Abbiamo depositato interrogazione all'assessore all'Ambiente, al Sindaco di Bari e al presidente del Municipio 4 - aggiungono gli attivisti - per conoscere lo storico degli interventi di rimozione amianto nella zona, senza ricevere risposta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado in un terreno a Ceglie del Campo, il M5S: "L'amianto giace lì da un anno"

BariToday è in caricamento