rotate-mobile
Cronaca

Pezzi di eternit frantumati e dati alle fiamme, scarti edili e plastiche: rifiuti pericolosi abbandonati nell'uliveto ridotto a discarica

La scoperta dei vigili ambientali della Regione in un terreno a Ceglie del Campo. L'assessore all'Ambiente Stea: "Lavoro senza sosta contro l'abbandono dei rifiuti"

Il terreno adiacente ad un uliveto, alla periferia di Ceglie del Campo, trasformato in una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi. A scoprire l'ennesimo scempio sono stati i vigili ambientali della Regione, che hanno posto sotto sequestro l'area di circa 10mila metri quadri. 

In particolare, sono state due le zone individuate, sulle quali erano stati depositati rifiuti di ogni genere: da materiale plastico a scarti di lavorazione per edilizia, elettrodomestici, pneumatici, pellame e considerevoli quantità di Eternit frantumato e dato alle fiamme. 

Si tratta di terreni abbandonati ed incustoditi, situati all’interno e poco visibili dalla strada, dove solitamente i rifiuti di giorno vengono depositati e di notte vengono dati alle fiamme. Al momento è aperto un procedimento contro ignoti. Dopo il sequestro dell’area si procederà alla verifica della proprietà. Sarà, dunque, la Procura a decidere in merito alla rimozione dei rifiuti.

“La sezione di Vigilanza ambientale della Regione Puglia - commenta l'assessore all'Ambiente, Gianni Stea - sta lavorando senza sosta contro i reati ambientali e nelle attività di contrasto al fenomeno dell’abbandono di rifiuti. E’ questo il frutto dei controlli che sono stati intensificati”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pezzi di eternit frantumati e dati alle fiamme, scarti edili e plastiche: rifiuti pericolosi abbandonati nell'uliveto ridotto a discarica

BariToday è in caricamento