Cronaca

Negozi e centri commerciali "chiusi il 25 aprile e 1° maggio": la proposta di Emiliano

Il governatore pugliese chiede agli organizzazioni del settore di non aprire le attività nelle giornate festive, convocandole, assieme ai sindacati, per un tavolo di confronto in Regione

Il governatore della Puglia, Michele Emiliano, chiede a negozi e centri commerciali di rimanere chiusi nei giorni festivi del 25 aprile e del 1° maggio. Il presidente della Giunta pugliese, si legge in una nota della Regione, afferma che "alla luce della mobilitazione dei lavoratori e delle lavoratrici della grande distribuzione contro le aperture commerciali nei giorni festivi e le iniziative sindacali messe in campo negli ultimi giorni, la Regione Puglia intende convocare le parti per ricercare una soluzione condivisa volta alla tutela della conciliazione dei tempi di casa e di lavoro del personale occupato nelle predette giornate, oltre che a restituire l’importanza alle festività. Le festività nazionali, quelle religiose, la chiusura domenicale, dovrebbero essere godute da tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori". Emiliano invita dunque gli esercivi commerciali "achiudere nel rispetto del valore della festività, ancora così alto e profondo. Pertanto accogliamo la richiesta delle organizzazioni sindacali a iniziare un confronto sul tema, convocando a breve un tavolo diconcertazione alla presenza di tutte le associazioni datoriali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negozi e centri commerciali "chiusi il 25 aprile e 1° maggio": la proposta di Emiliano

BariToday è in caricamento