menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centri ludici comunali prima infanzia: online il bando per le iscrizioni

Pubblicate, sul sito di Palazzo di Città, le modalità per accedere al servizio gratuito dedicato ai bimbi tra i 3 e i 36 mesi. Cento posti disponibili nelle due strutture di Poggiofranco e Libertà

E' stato pubblicato sul sito del Comune il bando per la selezione degli utenti dei Centri ludici cittadini per la prima infanzia, nell'ambito del servizio inaugurato a febbraio scorso e pronto per la seconda annualità. Le strutture sono dedicate ai bambini tra i 3 e i 36 mesi e ai coetanei diversamente abili, aperte anche a chi ha in carico la loro crescita, ad esempio genitori, parenti e altri: due i Centri attivi, nella scuola 'Melo da Bari' al Libertà e nel parco 'Don Tonino Bello', a Poggiofranco.

I servizi sono gratuiti: le strutture potranno accogliere entrambe 50 bambini suddivisi in turni giornalieri (8-13 e 15-18.30) e resteranno attive dal 5 settembre 2016 al 28 luglio 2017. Per partecipare al bando, oltre al requisito dell'età, sarà necessaria la residenza del nucleo familiare nel Comune di Bari e la non fruizione del servizio di asilo nido comunale. Nella graduatoria, afferma il Comune,  "verrà data priorità ai minori già frequentanti le strutture i cui genitori, o chi ha in carico la loro crescita e formazione, vorranno confermare la volontà di frequentare la struttura (è sufficiente compilare l’apposito modello presso i centri di appartenenza dal 4 luglio al 20 luglio), e i minori iscritti nelle liste d’attesa di ciascun centro, relativamente a ciascun turno, i cui genitori confermeranno la volontà di restare in graduatoria (anche in questo caso bisogna compilare il modello presso il centro di riferimento dal 4 luglio al 20 luglio)". Per gli ulteriori posti disponibili potranno iscriversi i minori segnalati dai servizi socio-assistenziali del Municipi e a seguire tutti gli altri. 

“Durante il primo anno del nuovo servizio offerto dal Welfare - ha affermato l’assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico - abbiamo registrato molti pareri positivi da parte dei genitori, che innanzitutto hanno potuto dedicarsi con più tranquillità al lavoro, conciliandolo al meglio con i tempi dettati dalla famiglia, e che hanno partecipato alle attività pensate per le madri e i padri e per far sì che i loro figli possano crescere più serenamente. Ma il dato più incoraggiante è la risposta dei piccoli, cento tra bambini e bambine, con cui si è creato un rapporto di estrema fiducia, in un ambiente protetto e costruito su misura. Molti di loro, questo è il mio augurio, continueranno a frequentare anche il prossimo anno i centri ludici per la prima infanzia, potendo contare su un percorso esperienziale fondato sulla relazione, sul gioco e sull’apprendimento, necessario a consolidare la loro identità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento