rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Terlizzi

Centri scommesse illegali, sanzioni e denunce a Terlizzi

Operazione della Finanza: sotto sequestro pc, monitor, stampanti in due centri per scommesse sportive che operavano illegalmente per conto di allibratori esteri. Denunciati i gestori e un cliente

Sequestri, sanzioni e tre denunce della Guardia di Finanza a Terlizzi nell'ambito dei controlli nel settore delle scommesse sportive non autorizzate.

In particolare, i militari hanno posto sotto sequestro computer, monitor, stampanti, cedole di gioco e contanti, rinvenuti all’interno di due centri per scommesse sportive on line che operavano illegalmente per conto di allibratori esteri, austriaci e maltesi. 

Sono scattate anche sanzioni amministrative per decine di migliaia di euro, per la violazione delle norme del cosiddetto “Decreto Balduzzi” volto a contrastare la 'ludopatia'. In particolare, sulle cedole di gioco i finanzieri hanno riscontrato l’assenza delle formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincite in denaro. Al termine dei controlli, i tre gestori dei due centri scommesse ed un avventore sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Trani, in quanto ritenuti, a diverso titolo, colpevoli dei reato di partecipazione all’illecita attività di scommesse e raccolta e/o accettazione abusiva del gioco e delle scommesse.

La Guardia di Finanza ha anche appurato come gli allibratori non avevano aderito alla procedura di regolarizzazione ed emersione disciplinata dalla Legge di Stabilità 2014 che aveva previsto, per gli operatori che offrono scommesse con vincite di denaro in Italia per conto proprio ovvero di terzi anche esteri, un regime transitorio di regolarizzazione in virtù del quale sarebbe stato riconosciuto il diritto di gestire la raccolta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri scommesse illegali, sanzioni e denunce a Terlizzi

BariToday è in caricamento