Cronaca Bari Vecchia / Largo Elia Abate, 13

Si compie il rito della Manna in una Basilica strapiena. Cacucci: "Nicola è il Santo dell'universalità"

Nel pomeriggio si è tenuta la messa celebrata da monsignor Francesco Cacucci, culminato nella raccolta dell'ampolla nella cripta

Si compie nuovamente il rito della Sacra Manna, riempiendo l'ampolla con il liquido proveniente dalle reliquie di San Nicola, conservate nella cripta della Basilica. Come da tradizione, l'appuntamento che chiude i festeggiamenti dedicati al Santo patrono barese, è stato seguito da centinaia di fedeli, che hanno invaso le navate della Basilica.

IMG_20180509_181301-2

La Messa

A officiare la Messa - iniziata alle 18 - è stato l'arcivescovo metropolita di Bari-Bitonto, monsignor Francesco Cacucci, accompagnato sull'altare da una delegazione di preti ortodossi, tra cui Veceslav Bacin, priore della Chiesa Russa di Bari. Diverse le autorità presenti, tra cui il sindaco di Bari Antonio Decaro, il questore Carmine Esposito, il comandante dei carabinieri Vincenzo Molinese e il comandante della polizia municipale Michele Palumbo. Non sono mancate le lamentele da parte dei fedeli accorsi, visto l'accesso 'a singhiozzo' dagli ingressi laterali della Basilica.

IMG_20180509_180657-2

L'omelia dedicata a San Nicola e Papa Francesco

Il tema chiave dell'omelia è stata la parola 'comunità'. Un modello di condivisione e universalità ben rappresentato dalla figura di San Nicola, il Santo capace di unire Oriente e Occidente. "Nicola è il Santo dell'universalità - ha ricordato Cacucci, citando le parole del patriarca Bartolomeo - perché la santità è universale. E' il cammino che ci unifica e fa cadere le divisioni, da cui nascono i peccati". Nicola, il Santo celebrato in questi giorni "con una devozione sempre maggiore".

Cacucci ha poi ricordato la prossima visita di Papa Francesco, che sarà a Bari il 7 luglio. "E' un evento unico nella storia, ospitato a Bari, la città che Kirill ha spiegato essere simbolo di mediazione. Non bisogna pensare alla fama che porterà questo evento, ma essere consapevoli degli effetti che avrà sulla nostra spiritualità". E ha concluso con una esortazione al vescovo di Myra: "Il Santo universale interceda per noi e ci prepari a questo evento con un cuore purificato e gioioso".

IMG_20180509_180135-2

L'ampolla della Manna

Al termine della Messa l'arcivescovo ha guidato la delegazione di preti cristiani e ortodossi nella cripta, per compiere il rito dello sciogliomento della Manna, "venerata da tutti - ha ricordato - che deve essere vissuta come il pane dell'Eucaristia". Una volta raccolta l'ampolla con il liquido, Cacucci - accompagnato da padre Distante, priore della Basilica - è ritornato sull'altare per far baciare l'ampolla ai fedeli". Un momento importante anche per i tanti pellegrini russi, che hanno mostrato la devozione al 'Santo universale'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si compie il rito della Manna in una Basilica strapiena. Cacucci: "Nicola è il Santo dell'universalità"

BariToday è in caricamento