Cronaca Murat / Via Sparano da Bari

Bari ricorda Benedetto Croce. Emiliano: "La nostra città gli deve moltissimo"

Questa mattina in via Dante la cerimonia per il 60° anniversario della scomparsa del filosofo davanti alla targa che ricorda il suo sodalizio con la casa editrice Laterza

“La città di Bari deve moltissimo a Benedetto Croce, grazie alla Casa editrice Laterza siamo riusciti ad associare la nostra storia a quella di questo grande intellettuale italiano". Con queste parole il sindaco di Bari ha aperto questa mattina la cerimonia commemorativa in occasione del 60° anniversario della scomparsa dell'intellettuale. La cerimonia si è svolta in via Sparano angolo via Dante, dove si trova la targa voluta dall'amministrazione comunale che ricorda  il sodalizio tra Croce e Giovanni Laterza.

"La lapide che è qui sul muro - ha continuato Emiliano - è sfuggita per molto tempo all’attenzione della città  ed è per questo che abbiamo deciso di illuminarla, in modo tale che coloro che passeranno da questo angolo potranno essere richiamati e scoprire una traccia importante del nostro passato. Abbiamo voluto celebrare in modo pubblico questo 60° anniversario perché siamo consapevoli che il tempo passa e consuma le cose e gli uomini: sta a noi riuscire a mantenere alta la memoria e ci stiamo provando con l'aiuto di molte persone, a cominciare dal lavoro del prof. Leuzzi che conserva testimonianze di fatti importantissimi della nostra storia".

Alla cerimonia sono intervenuti la preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari Grazia Distaso, il direttore dell’IPSAIC (Istituto pugliese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea) Vito Antonio Leuzzi e l'avvocato Paolo Laterza, alla presenza dei rappresentanti istituzionali locali.

20-11-12-benedetto-croce-1-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bari ricorda Benedetto Croce. Emiliano: "La nostra città gli deve moltissimo"

BariToday è in caricamento